Di buoni propositi e #gratitudine … About good intentions and #gratitude

Arrivati a questo punto dell’anno e’ richiesto bilancio ed inventario, giusto? Si tirano le somme e si capisce cosa tenere e cosa buttare, ce lo chiedono anche le congiunzioni astrali, oltre che ogni Social e blog che si rispetti, quindi non possiamo sfuggire. Bene, allora. Il mio 2019 e’ iniziato con un’ansia terribile, una delle peggiori vissute in vita mia. Le mie emozioni mi hanno investito come una cascata d’acqua, solo di un colore un po’ meno limpido dell’azzurro… Se vogliamo andare all’inizio della decade 2010, allora pure peggio. Sono passata dalla disperazione piu’ nera per la perdita della mia adorata mamma al trovare l’amore della mia vita… dalla solitudine al trasferimento dall’altra parte del mondo, in un alto e basso di sensazioni da montagne russe. E anche se il tempo sembra volare, ripensarci mi fa rivivere ogni singolo momento di lacrime e sorrisi con la consapevolezza di essere lentamente e profondamente cambiata, o forse di essere sempre piu’ me stessa. Dieci anni fa non avrei potuto nemmeno immaginare dove sarei stata oggi, anzi non ci avrei creduto minimamente. E quando all’inizio di quest’anno mi sono sentita spaventata e indifesa forse era perche’ non avevo ancora capito quanto ancora di bello c’e’ da provare. Forse avevo avuto una botta di negativita’…! Non sapevo quanta gratitudine (si’ dai, abusiamo di questo termine!) avrei provato nel conoscere persone nuove, ritrovato amicizie, sperimentato e imparato. L’ansia e’ poco a poco sparita perche’ non aveva piu’ motivo di esistere e sicuramente si ripresentera’, se ce ne sara’ bisogno, ma io ho acquisito piu’ strumenti per gestirla! Questa e’ una conquista, non una sconfitta. Sapere cosa ci fa stare bene e ancora di piu’ cosa ci fa stare male, perche’ conoscersi non e’ una cosa scontata. Ed e’ inutile fare un bilancio se riguarda solo quanto abbiamo guadagnato, ma non sappiamo se ne vale la pena. Mi accorgo sempre di piu’ che siamo tutti in trasformazione e che gli anni a venire saranno significativi per ognuno in modo diverso, soprattutto perche’ viaggiando e “navigando” si sono creati dei meccanismi per cui difficilmente ci si accontenta o si resta fermi. C’e’ bisogno di mettersi in discussione, di collaborare, di lavorare in modo diverso, di creare qualcosa di piu’! Di chiedersi…cosa vuoi veramente?

Siccome non vorrei fare il discorso del presidente ne’ diffondere angoscia e disagio, chiudo dicendo che ringrazio quest’anno e questa decade per quello che mi hanno insegnato e che non dimentichero’ facilmente. Che tanto possiamo fare quanti progetti e programmi vogliamo, se non ci impegnamo a realizzarli l’Universo ne proporra’ altri, tranquilli! Io comunque i miei buoni propositi li ho scritti nero su bianco, sono pochi ma concisi altrimenti non arrivano nemmeno a meta’ gennaio e sono pronta ad affrontare  prossimo anno con Energia, per raggiungere la Felicita’, per il Bene mio e di chi ho accanto! Namaste’ 🙂

……………………………………………

At the end of the year, budget and inventory are required, right? We need to understand what to keep and what to throw, astral conjunctions also ask us, as well as every social, so we cannot escape. Well, then. My 2019 started with terrible anxiety, one of the worst experienced in my life. My emotions hit me like a waterfall, only of a slightly less clear color than crystal blue. If we want to go at the beginning of the 2010 decade, then even worse. I went from the loss of my beloved mother to finding the love of my life … from loneliness to the moving to the other side of the world, in a high and low of roller coaster sensations. And even if time seems to fly, thinking about it makes me relive every single moment of tears and smiles with the awareness of being slowly and profoundly changed, or perhaps of being more and more myself. Ten years ago I could not even have imagined where I would have been today. And when at the beginning of this year I felt scared and defenseless it was perhaps because I had not yet understood how much beauty there is again around me. Maybe I had had a hit of negativity …! I didn’t know how much gratitude (yes come on, we love this term!) I would have tried to meet new people, rediscover friendships, experimented and learned. The anxiety gradually disappeared because it no longer had any reason to exist and it will certainly recur, if there is need, but I have acquired more tools to manage it! This is a conquest, not a defeat. Knowing what makes us feel good and even more what makes us feel bad, because knowing ourselves is not a foregone conclusion. And it’s useless to take a budget if it only concerns how much we have earned, but we don’t know if it’s worth it. I realize more and more that we are all in transformation and that the years to come will be significant for everyone in a different way, above all because traveling and social media created mechanisms for which we are unlikely to be satisfied or stand still. We need to question ourselves, to collaborate, to work differently, to create something more! We need to know “What it is you truly desire?”…

Since I would not like to make the President’s speech nor spread distress and unease, I close by saying that I thank this year and this decade for what they have taught me and that I will not easily forget. That we can do as many projects and programs as we want, if we don’t commit ourselves to realizing them, the Universe will propose others, don’t worry! However, I wrote my good intentions black on white. They are few but concise otherwise they do not even last to mid-January and I’m ready to face next year with Energy, to achieve Happiness, for my Good and for those close to me ! Namaste ‘:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...